Tecnica 4R™

La tecnica 4R™ si dimostra molto utile nel lavoro sui traumi e sugli shock, con ripercussioni fisiche ed emotive.

Pensiamo a quante volte durante il giorno possiamo essere soggetti a degli “spaventi”: un taglio, una caduta dalle scale, rimanere chiusi nell’ascensore, un piccolo incidente. Tutti questi eventi mettono in moto una serie di risposte automatiche di sopravvivenza, che possono avere radici lontane, associate a traumi simili avvenuti nell’infanzia.

Ti sei mai chiesto come mai nella vita delle persone si ripetano spesso gli stessi schemi? O come mai quel dolorino che non sai da dove arrivi non se ne va, né con le medicine, né con i trattamenti localizzati? O perché il mal di stomaco che ti aggredisce dopo una brutta notizia, non sparisce a situazione risolta?

Tutti questi shock emozionali rimangono come sospesi all’interno di una bolla energetica che non ti abbandona e che ti costringe a mantenere il subconscio sempre focalizzato sul “peggio” che possa accadere.

La tecnica 4R™ è stata codificata da Diego Giaimi che, partendo da una solida base scientifica, ha messo a punto un approccio olistico all’inconscio, per risolvere traumi grandi e piccoli, attraverso un lavoro basato sul ricordo di immagini associate a emozioni e collegati a ben determinati punti fisici. Centrando tutti questi aspetti, si riporta il cervello verso l’armonia perduta, normalizzandolo. Questa tecnica viene usata anche per l’elaborazione del lutto.